Home / Best in the City / Guida Rapida: Vivere la Vita Locale di Barcellona
vivere la vita locale di barcellona

Guida Rapida: Vivere la Vita Locale di Barcellona

Guida Rapida: Vivere la Vita Locale di Barcellona

Vi siete mai chiesti come sia vivere la vita locale di Barcellona? Allora questo è il vostro giorno fortunato. In questo articolo vi daremo tutti i consigli per vivere come la gente di Barcellona. Se siete in cerca di esperienze uniche durante la vostra permanenza in città, allora dovreste provare l’Esperiential travel. Immergetevi nella cultura e nella tradizione di Barcellona. Non fermatevi al visitare la vostra destinazione, comprendete le tradizioni del posto. In questo modo vivrete l’esperienza di una vita. Potreste avere qualche difficoltà a distinguere la cultura turistica da quella degli abitanti del posto. Ciò perchè Barcellona è una città così piena di turisti che può risultare complicato adattarsi alla vera vita locale. Quindi, se volete venire a Barcellona e vivere davvero la vita del posto, ecco una lista delle cose da fare e non fare.

Experiential travel

Ma prima di elencarvi le cose da fare e non fare per vivere come i locals di Barcellona, vogliamo spiegarvi un po’ meglio l’Experiential travel. L’Experiential travel, anche conosciuto come immersion travel, è una diversa forma di turismo. Chi lo sceglie, si concentra sullo scoprire una nazione, città o posto particolare, lasciandosi coinvolgere attivamente e significativamente dalla sua storia, popolo, cultura, cucina e ambiente. Il concetto di Experiential travel si basa sui medesimi meccanismi di experiential education, experiential knowledge, experiential interior design ad experiential marketing. Il termine “experiential travel” si trova in libri e pubblicazioni già dal 1985. Ad ogni modo, la sua popolarità è cresciuta sempre più negli ultimi anni. L’Experiential travel tende a concentrarsi su un tipo di viaggio stimolante, personalizzato e/o che crei un percorso di scoperta di sé.

Quartieri della città

Different areas Barcelona-Home

Zone vicine a Las Ramblas come il Quartiere Gotico e El Raval sono decisamente da evitare. Qui vi imbattereste in turisti tutti i giorni. Molti dei ristoranti, bar e negozi nelle vicinanze sono stati influenzati dai turisti e non vi offriranno l’autentica cultura spagnolo o catalana. Se volete vivere come un vero abitante del luogo dovreste vivere in centro. In quartieri come Gràcia, Eixample o El Born. Qui potrete trovare ciò che resta della cultura originaria. Non gironzolate per Las Ramblas, la spiaggia di Barceloneta e il Quartiere Gotico. Piuttosto scegliete El Born per percepire il ritmo vivo e pulsante della città. Parco della Ciutadella è un’attrazione turistica, ma anche un luogo splendido dove trascorrere le oziose domeniche organizzando un picnic. La gente del posto passa le sue giornate qui con un buon libro e i migliori amici. Inoltre, i dintorni offrono una selezione di caffè e bar non turistici.

Da fare: Gràcia, Eixample, El Born, Parco della Ciutadella.

Da non fare: Las Ramblas, Quartiere Gotico, El Raval, Barceloneta.

La gastronomia

Gastronomy Barcelona-Home

Può essere una vera sfida trovare oggigiorno deliziose ed economiche tapas in città, se non si sa bene dove cercare. Quimet y Quimet, Roure e Tossa sono alcuni dei posti da provare sicuramente. Un consiglio da parte nostra: non ordinate tapas come portate solo per voi! Se volete mangiare come i locals ordinate piatti da dividere con la vostra comitiva. Parlando della famosissima paella di Barcellona invece, potreste restare parecchio delusi se scegliete il posto sbagliato dove provarla. Numerosi ristoranti turistici servono paella cotta al microonde, che, inutile specificare, non è buona per nulla. Volete provare quella autentica? Vi suggeriamo: Can Solé a Barceloneta. Qui potrete gustare la vera paella di Barcellona. Ricordate di non chiedere di pagare separatamente. Anche se è qualcosa che fate normalmente. La gente del luogo non ha questa abitudine. E non dimenticare di dare una mancia di circa il 10-15 percento.

Da fare: condividete le tapas e aggiungete una mancia del 10-15%.

Da non fare: non ordinate in aree turistiche e costose, e non chiedete di pagare separatamente.

La cultura di Barcellona

Culture Barcelona-Home

Solo perchè vi sentite ormai un po’ del luogo, non significa che non possiate godervi una visita ai capolavori di Barcellona. La Sagrada Família, Parc Güell, Casa Milà e Casa Battló, per citarne alcuni, tutti progettati dall’architetto catalano Antoni Gaudí. Ma fate in modo di visitarle lontano dalle ore più affollate. Solitamente il momento più tranquillo è la mattina dei giorni feriali. Ovviamente diventano più affollati in alta stagione. L’alta stagione va da maggio a settembre generalmente. Questi suggerimenti valgono anche per i musei e le altre attrazioni artistiche come l’Acquario, lo Zoo e  la Funicolare di Montjuic. Durante l’alta stagione questi luoghi sono stipati da turisti. A causa di ciò queste attrazioni subiscono dei rincari e non riescono neppure a farvi percepire l’autentica cultura del posto.

Da fare: architettura catalana e musei nelle ore meno affollate e non in alta stagione.

Da non fare: visitare questi luoghi come i turisti in alta stagione turistica!

Et voilà

Adesso che avete letto la nostra guida rapida su come vivere la vita locale di Barcellona, vi auguriamo di vivere l’esperienza più autentica. Possibilmente vi aiuterà se siete dei turisti o dei nuovi residenti. Sicuramente spetta a voi scegliere come impiegare il vostro tempo nella capitale catalana. Fate ciò che più vi piace e come vi piace. Vi auguriamo di trascorrere una splendida permanenza in questa città meravigliosa. Siamo certi al 100% che vi divertirete moltissimo!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Scritto da: Anabel O'Reilly

best-in-the-city-it cultura-it giro-turistico

Alloggio Barcellona


Torna in cima